10 Domande frequenti e risposte durante un colloquio di lavoro

Le aziende conoscono già il tuo background, quindi quando ti chiamano colloquiovoglio conoscerti sia professionalmente che personalmente per scoprire se sei il candidato ideale per quella particolare posizione.

Il reclutatore non ti farà domande casuali. In verità, ogni dipartimento delle risorse umane di solito hanno un elenco ben strutturato di domande progettati per cercare informazioni sulle attività o sul lavoro che offrono.

L'intervista di esempio qui sotto ti aiuterà a scoprirlo domande e risposte più comuni nei colloqui di lavoroin modo che tu possa prepararti al meglio per questo evento. Con questi esempi di 10 domande principali puoi esercitarti e lo saprai cosa dire in un colloquio di lavoro. Allora, cosa stai aspettando? Preparati e trova il lavoro dei tuoi sogni!

1. Raccontaci di te e della tua esperienza

Questa domanda base del colloquio può anche essere formulata in diversi modi: “Dimmi chi sei”, “Raccontami qualcosa della tua esperienza”, “Se non fossi tu, come ti presenteresti?”, “Dimmi cosa fai ". Questa è la fase in cui puoi esprimere liberamente ciò che pensi di te stesso e dove puoi parlarne cose che ti definiscono sia come persona che come dipendente.

Come non rispondere

Non lodarti o sottovalutarti, altrimenti rischi di sembrare arrogante. Gli eccessi, sia positivi che negativi, sono sconsigliati in questo caso. Inoltre non andare troppo lontano, meglio essere breve ma conciso.

Come rispondere

Sii conciso e utilizzare questa domanda durante l'intervista mettere in risalto le tue capacità, cosa ti piace fare, quale esperienza personale e professionale hai maturato; Elenca tutti questi elementi utili a descriverti come persona e come dipendente. Non dimenticare di indicare ciò che ti piacequello che hai imparato e cos'altro vorresti sapere potrebbe interessare il tuo recruiter.

Risposta corretta:

“Mi chiamo Julia e sono una studentessa di giurisprudenza dell'ultimo anno. Ho svolto uno stage presso il Tribunale dell'Immigrazione di Milano, grazie al quale ho potuto imparare molto e appassionarmi al diritto degli stranieri. Ho deciso di candidarmi a questa offerta di lavoro perché mi sembra una grande opportunità per approfondire le mie conoscenze e mettermi alla prova con nuove esperienze.”

Come rispondere alla domanda "Parlami di te" in un'intervista

2. Cosa sai della nostra azienda?

Un buon modo per mostrare empatia e segnare punti a un recruiter durante un colloquio è - conoscere alcuni dettagli chiave sulla società per cui vorresti lavorare.

Cosa dire

Memorizza i dati chiave per dimostrare il tuo interesse per l'attività. Per favore rispondi in modo tale che il reclutatore capisca che sei interessato a lavorare in questa particolare azienda.

3. Perché hai bisogno di questo lavoro?

domande e risposte durante il colloquio

A parte l'ovvia necessità di guadagnare uno stipendio, o il notevole prestigio dell'azienda che ti ha portato al colloquio, fornire alcuni dettagli aggiuntivi che ti fanno venire voglia di accettare il lavoro. È una multinazionale e ti piace l'idea di viaggiare? Apprezzi i valori aziendali? Ti interessa il suo dinamismo nella comunicazione? Sei attratto dai metodi usati in ingegneria? Dillo.

Cosa evitare

Può sembrare banale, ma rispondere a questa domanda solo in termini del fatto che hai bisogno di un lavoro per guadagnare soldi non è una buona risposta. Questa è una motivazione ovvia e allo stesso tempo corretta, ma proprio perché ovvia vi consigliamo di dare spiegazioni più dettagliate perché hai bisogno del lavoro per cui hai fatto domanda.

Come rispondere

Puoi usare queste domande per dimostrare il tuo interesse e la vostra conoscenza dell'azienda. Di norma, le aziende cercano persone pronte ad affrontare la sfida che le porterà alla crescita professionale. Ciò garantisce che anche l'azienda ne tragga vantaggio.

Risposta corretta:

“Mi piacerebbe molto avere l'opportunità di lavorare con la vostra azienda, perché credo nei valori dell'azienda e vorrei far parte del progetto. Mi interessa anche il fatto che l'azienda abbia uffici in altri Paesi e consenta ai propri dipendenti di viaggiare”.

Download gratuito: Curriculum Vitae da compilare

4. Perché dovremmo scegliere te?

È uno domanda da colloquio che non va mai sottovalutata. Collega i tuoi punti di forza alla posizione che ti stanno offrendo e spiega perché dovrebbero scegliere te invece di un altro candidato.

Come non rispondere

Non dare risposte secche e ovvie. Il recruiter ti sta mettendo alla prova, cogli l'occasione per evidenziare le tue qualità.

Come rispondere

Se l'azienda è alla ricerca di un amministratore, metti in evidenza le tue capacità, capacità e/o valori che ti contraddistinguono e che potrebbero essere necessari per questa particolare posizione.

5. Quali sono i tuoi punti di forza o i tuoi risultati?

Usa questo per parlare di ciò che ti rende speciale e questo ti definisce. Hai passione? Parli un'altra lingua? Anche se queste informazioni sono già sul tuo curriculum europeo, fornisci ulteriori dettagli al riguardo, facendo attenzione a non lasciarti trasportare troppo.

Risposta corretta:

"Ho una grande capacità di comunicare con gli altri, sono dinamico ed entusiasta."

6. Quali sono i tuoi punti deboli o difetti?

Durante il colloquio, questa domanda viene spesso ripetuta ed è una grande opportunità per dimostrare pienamente la tua sincerità.

Non è sempre facile fare introspezione e mostrare la tua vulnerabilità, ma la tua risposta a una domanda può essere fondamentale per ottenere un lavoro.

Cosa evitare

Se sei inesperto in una particolare area, riconoscilo incondizionatamente indicando che ti piace imparare e che accetti umilmente che gli altri ti trasmettano determinate conoscenze.

Come rispondere

Immagina di essere un perfezionista. Dai la tua risposta e menziona uno dei vantaggi che ottieni dalla tua relazione. Ciò che viene percepito dalla maggior parte delle persone come uno svantaggio dovuto a requisiti eccessivi è garantire che il proprio lavoro porti risultati migliori.

Piccola precisazione: se è colpa tua se sei in ritardo, non c'è alcun vantaggio in questo.

Pro e contro di un'intervista

7. Ti piace lavorare in squadra?

domande di colloquio di lavoro

Questo la questione è chiusa a cui è quasi impossibile rispondere. La risposta è sì o no. Pertanto, se non ti piace lavorare con più persone, rispondi onestamente.

Certo, devi stimare il prezzo che dovrai pagare in base alla tua risposta, ma prenditi il ​​tempo per pensare a quanto segue: se non ti senti a tuo agio a lavorare con più persone, è probabile che la tua permanenza in azienda essere breve.

Tuttavia, ci sono momenti in cui le opzioni sono poche e la necessità è urgente. In tali situazioni, rispondi apertamente. Potresti dire che non sempre ti piace lavorare con più persone, ma ci sono contesti in cui lo faresti senza problemi.

Risposta corretta:

“Di solito preferisco lavorare da solo perché mi concentro di più. Ma quando necessario, non ho problemi a lavorare insieme come una squadra per portare a termine il lavoro".

8. Perché sei disoccupato da così tanto tempo?

Esprimi il fatto che non sei riuscito a trovare un lavoro in modo da aumentare l'opinione che l'intervistatore ha di te.

Altre Opzioni:  Consigli per parlare dello stipendio durante un colloquio di lavoro

Ad esempio, se hai sostenuto numerosi colloqui di lavoro e nessuno ti ha convinto, menziona il fatto che stavi aspettando un'offerta che ti motivasse e corrispondesse alle tue capacità e ai tuoi talenti.

Se invece sei stato sfortunato e nessuna azienda ti ha contattato per un'offerta bassa, menziona il fatto che eri impegnato a cercare lavoro e le difficoltà che hai avuto nel trovarne uno nel tuo settore. Tuttavia, usa questo per indicare che durante il periodo di disoccupazione hai colto l'opportunità per migliorare le tue capacità leggere, frequentare corsi di formazione, studiare o svolgere qualsiasi altra attività che abbia contribuito al tuo sviluppo.

Download gratuito: esempi di lettere di presentazione

9. Perché vuoi cambiare lavoro?

A volte è uno una domanda a cui è difficile rispondere; tuttavia, è bene avere una risposta concreta. Fai particolare attenzione quando rispondi al tuo lavoro attuale.. Ancora una volta, questo è un tentativo di mettere alla prova la tua lealtà e rispetto per l'azienda o i capi per cui lavori.

Come non rispondere

Se di recente hai accettato un'offerta di lavoro e non sei soddisfatto della tua scelta (o perché non ti piace la missione dell'azienda, o perché non ti piace il team per cui lavori o il modo in cui sei trattato), non è. il problema è che siamo umani e spesso capita di sbagliare quando facciamo una scelta. Non rimproverare mai il tuo lavoro o il tuo capo, sottolinea invece che vorresti trovare un posto che ti motivi a crescere di più.

Come rispondere

Indica che stai cercando nuove sfide professionali, crescita, una nuova missione, carriera, ma non parlare mai male del luogo in cui lavori ancora o hai lavorato.

10. Quanto vuoi guadagnare?

È normale che tu voglia guadagnare lo stipendio più alto possibile, ma siamo onesti: è molto improbabile che ti succeda in questo lavoro.

COSÌ, scopri quali stipendi offrono altre aziende per il lavoro per cui ti stai candidando e prendi la media. Se hai lavorato di recente o stai ancora lavorando, usa l'importo che guadagni come punto di partenza per chiedere un importo leggermente maggiore. Il rischio non vale nulla per te.

è un classico esempio di intervistaesercitati con le 10 domande di cui sopra che sicuramente non perderai in nessun colloquio e ottieni il lavoro che desideri.

Leggi anche: Come prepararsi per un colloquio

Esempi di CV da scoprire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go up